Maori Group

Ce lo chiediamo spesso, quando accendiamo un elettrodomestico: ma quanto consumerà e soprattutto, quanto costa ogni volta che lo uso?

Ecco un piccolo riassunto di quanto costano di energia i più comuni elettrodomestici che abbiamo in casa. Immaginiamo una giornata tipo:

  • Considerando ovviamente che elettrodomestici come il frigo e dispositivi come il router wifi rimangono accesi e connessi alla rete per 24 ore, iniziamo a contare 15 centesimi per il router e 0,45 euro per il frigorifero.
  • Se la giornata è freschina possiamo immaginare di accendere il climatizzatore a pompa di calore per 4 ore (con un costo di altri 0,75 euro).
  • Se abbiamo a casa una lavasciuga e decidiamo di fare un programma cotone più un programma asciugatura, dobbiamo considerare di spendere 1.27 euro.
  • Se vogliamo lavare i piatti con il programma “auto” della lavastoviglie, dobbiamo aggiungere altri 25 centesimi.
  • E’ il momento di fare una doccia: se abbiamo il boiler elettrico per scaldare l’acqua, una doccia di 10 minuti ci costa 0,5 euro, mentre un quarto d’ora di utilizzo del phon alla massima potenza ci arriva a costare 10 centesimi.
  • Se prima della doccia decidiamo anche di scaldare il bagno con un termoventilatore per una mezz’oretta dobbiamo mettere da parte altri 25 centesimi.
  • E poi ci sono pranzo e cena: immaginiamo di usare una volta il forno ventilato per 1 ora a 180 gradi (0,55 euro), e due volte il piano a induzione per 1 ora ognuna delle due volte (0,4 euro in tutto).
  • Chiudiamo poi aggiungendo i cosiddetti “carichi fantasma“, ovvero dispositivi elettrici ed elettronici che rimangono perennemente collegati alla rete elettrica anche quando non vengono usati (come tv, decoder, smart speaker…): per un’intera giornata spenderemo circa 25 centesimi.

    Alla fine di questa nostra giornata tipo abbiamo speso ben 2,90 euro. Va da sé che ci sono elettrodomestici (come ad esempio il climatizzatore o la lavatrice) che in genere non vengono utilizzati tutti i giorni, ma se ipoteticamente si utilizzassero davvero ogni giorno tutti questi apparecchi, si arriverebbe a spendere oltre 90 euro al mese